IMG_COPERTINA

SUPERBONUS risparmio energetico 110%

Con il decreto legge n. 77 del luglio 2020 è stato introdotto nel nostro ordinamento tributario un ulteriore bonus (Superbonus) dedicato alle ristrutturazioni di immobili, quale proposta di rilancio dell’economia nazionale, soprattutto dopo la prima ondata della pandemia che ci ha fermati e ci ha esortati a riflettere sul nostro modus vivendi.

Il nostro sistema tributario prevede già alcune agevolazioni per la ristrutturazione di immobili, sotto forma di detrazioni fiscali (bonus Casa, Sismabonus, Ecobonus, Bonus arredamento) e il Superbonus SI INTEGRA ad esse nell’ottica dell’efficientamento energetico e del miglioramento sismico.

Sono coinvolti condomìni con titolo di possesso, persone fisiche che detengono i diritti sulla proprietà, Istituti autonomi case popolari cooperative e associazioni sportive dilettantistiche che vogliano rivedere i propri spogliatoi.

Necessaria è l’intermediazione di professionisti nel campo fiscale e tecnico per il rilascio del necessario visto di conformità, per la supervisione di tutta la documentazione relativa all’intervento e per il rilascio dell’attestazione sulla regolarità degli interventi.

Potrebbe essere interessante per un’impresa che compartecipa alle spese di ristrutturazione di concerto con il proprietario dell’antico podere signorile, se il loro obiettivo è realizzare un’opera di interesse pubblico, calpestabile da tutti, come visitatori o soggiornanti. Un decreto dello scorso agosto ha deliberato infatti che anche gli immobili accatastati come A/9 possono accedere al Superbonus.
Se tale detrazione di base si riferisce principalmente ai condòmini e ai proprietari di abitazioni indipendenti, quando si parla di coinvolgimento sociale allora c’è l’eccezione che conferma la regola. E di abitazioni con archi, stucchi, mosaici, affreschi, torri, corti nascoste, porticati in bugnato, in Italia ne abbiamo, spesso obliati poiché renderli agibili senza rischi è una spesa sostenibile da pochi.

Col Superbonus ci riprendiamo questi immobili speciali e li offriamo alla comunità.

Tra condomini e abitazioni indipendenti, questa agevolazione consente di raccogliere finalmente l’opportunità di rendere la nostra casa Earth-friendly, efficiente nei riguardi del futuro sostenibile, socialmente responsabile. Lo Stato ci propone tale soluzione per finanziare un progetto di risanamento non soltanto dell’economia ma proprio di quel modus vivendi, di cui sopra.

Con l’agevolazione fiscale Superbonus ed ascoltando le vostre richieste, vi forniremo il supporto positivo dei giusti professionisti e troveremo la combinazione perfetta per avere il massimo beneficio con il giusto supporto professionale.